Monthly Archives

febbraio 2018

sedentarietà-una-malattia-comune-tra-i-giovani

Riattivare sedentari evita costi e sofferenze.

By | Salute | No Comments

La sedentarietà è la capofila di tutte le patologie non trasmissibili. Questa considerazione trova conferma ormai in innumerevoli studi scientifici che hanno verificato quanto danno riceva l’organismo umano dall’immobilità o dalla insufficiente attività fisica.

Malattie come diabete 2 , ipertensione, ictus ,infarti, obesità, osteoporosi e numerose forme di tumori, potrebbero essere facilmente prevenute semplicemente rispettando uno stile di vita corretto, in cui il movimento rivesto un ruolo decisivo.

I dati forniti dalle agenzia di statistica e dall’OMS  sono impressionanti, oltre il 55% del mondo ricco è sedentario e solo il 15% raggiunge la quota minima di attività fisica raccomandata dalla stessa OMS, cioè 30 MINUTI AL GIORNO PER 5 GIORNI LA SETTIMANA di attività aerobica.

In termini economici la sedentarietà provoca costi diretti a carico della collettività per 61miliardi di euro all’anno, come calcolato dallo studio pubblicato su the Lancet nel 2016, ma anche le famiglie coinvolte e le aziende sopportano costi importanti e tutti evitabili.

La sedenterietà mina oltre alla salute (avvicinando pericolosamente le persone a diabete ictus infarti e tumori,) anche la vita relazionale dell’individuo. Sempre più evidenze dimostrano infatti che l’abbandono dell’attività fisica sia propedeutico a cadere in depressioni e ad un peggioramento dello stile di vita generale, ma non solo anche nell’ambito lavorativo sono state riscontrate grandi differenze di atteggiamento tra le persone sedentarie e quelle attive, le prime tendono a isolarsi e hanno meno fiducia nel prossimo, minando così uno dei meccanismi più importanti per il raggiungimento di un obiettivo, e cioè il lavoro in team!

La sedentarietà è anche il responsabile principale del 30% delle assenze totali dal lavoro dovute a mal di schiena, anche questa è infatti una patologia moderna figlia della sedentarietà e del conseguente ipotono muscolare che priva la nostra colonna vertebrale del necessario sostegno.

La conclusione appare scontata, muoversi è una necessità vitale per l’individuo ma anche per la collettività.

 

Per maggiori informazioni
0434 733011
info@olympiascenter.com

alimentazione-sbagliata-e-sovrabbondante-Olympia's-center-Sacile-S

Sane abitudini approccio al cibo.

By | Salute | No Comments

Viviamo in un contesto storico sociale pieno di paradossi.
Il mondo è diviso a metà , una parte fatica a trovare cibo per sopravvivere e l’altra parte si ammala per eccesso di alimentazione.
Per la prima volta nella storia dell’essere umano ci troviamo ad affrontare il problema della troppa disponibilità di cibo e contemporaneamente dobbiamo fare i conti con la sostenibilità su cui impattano drammaticamente gli allevamenti intensivi e l’eccessiva industrializzazione dell’agricoltura.
Serve che ogni cittadino si approcci al cibo in modo più responsabile , valutando le conseguenze che lo stesso porta al nostro organismo in termini di salute ma anche dell’impatto che i cibi che compriamo e mangiamo hanno sull’ambiente in cui viviamo.
La fretta e lo slittamento funzionalistico della società ha contribuito molto a renderci tutti meno consapevoli di quello che mangiamo e quanto mangiamo.
L’abbandono di quasi tutte le forme di lavoro fisico hanno amplificato questo problema sommando i danni della sedentarietà a quello di una alimentazione frettolosa e spesso eccessiva.
Dobbiamo riabituarci a vivere il cibo con più equilibrio , ricordando che mangiare è un mezzo per garantirci la sopravvivenza e non un fine!
Tornare consapevoli che un pasto consumato a tavola con calma e con gratitudine è un modo bello per ringraziare chi quel cibo ce lo ha preparato e sopratutto cerchiamo di orientare le nostre scelte verso cibo vero , quello che la natura ha pensato e progettato per noi evitando di mangiare solo per abitudine alimenti confezionati e manipolati che a lungo andare possono solo ammalarci.

 

Per maggiori informazioni
Telefono: 0434 733011
Mail: info@olympiascenter.com

cibi-sani-frutta-verdura-cibi-integrali-migliora-la-salute-del-corpo-Olympia's-Center-Sacile-S

Alcuni tumori possono essere prevenuti.

By | Salute | No Comments

Rispettando una serie di comportamenti e abitudini salutari le varie forme tumorali possono essere in buona parte prevenute.

Gli studi scientifici più recenti mostrano come lo stile di vita complessivo abbia una grandissima responsabilità sulle patologie neoplastiche.Proprio alla luce di queste ricerche anche il codice Europeo contro il cancro è stato aggiornato e integrato per cercare di rendere consapevoli i cittadini di quanto le loro abitudini siano importanti ai fini della prevenzione.

La parte del leone nel codice aggiornato la fanno la lotta al fumo la pratica quotidiana di esercizio fisico e un uso intelligente e responsabile del cibo.
Vengono fortemente consigliate l’assunzione di

  • verdura
  • frutta
  • cereali integrali
  • legumi

viene suggerito di limitare i cibi ad alto contenuto di grassi e zuccheri, i cibi contenenti molto sale e le carni rosse, mentre viene consigliato di eliminare le carni conservate e le bevande zuccherate.

Alcune raccomandazioni vengono impartite anche per proteggere la pelle sopratutto dei bambini a cui si sconsiglia l’esposizione prolungata al sole e per gli adulti di usare comunque creme protettive.

Un suggerimento che ancora non trova alloggio nel codice è quello relativo all’ interiorità, ma è solo questione di tempo e vedrete che prima o poi verrà inserito, il nostro sentire influisce infatti sulla produzione di ormoni buoni o cattivi a seconda del nostro stato d’animo, questa è ormai una certezza scientifica, e conseguentemente anche le patologie tumorali risulteranno ragionevolmente influenzate da questa variazione chimica, in positivo o in negativo.

Seguiamo regole di vita il più possibile aderenti al codice europeo contro il cancro e cerchiamo di educare figli e nipoti a monitorare le proprie abitudini.

#salute #nutrizione #olympiascenter

Per maggiori informazioni
Telefono: 0434 733011
Mail: info@olympiascenter.com